Fagiolini, Peperone, Cipolla con Citronnette al Limone e Capperi

Cuocere al vapore fagiolini, peperone e cipolla fino a quando saranno morbidi, ma non troppo.

Tagliare il peperone a quadratini, la cipolla a mezzaluna fine e i fagiolini a tocchetti.

Preparare la citronnette: spremete mezzo limone che farete emulsionare con del sale (poco), aggiungete l’olio e i capperi sciacquati bene del loro sale e tagliati finemente.

Mescolare il tutto e servire.

Hummus di fave

Cuocete le fave in acqua salata fino a quando saranno tenere. Scolatele e immergetele in acqua ghiacciata salata (serve a far mantenere loro un colore brillante), dopo di che private le fave del loro involucro esterno.

Frullate tutti gli ingredienti, tranne l’olio, in un mixer fino ad ottenere una crema.

A questo punto aggiungete poco olio di oliva per amalgamare bene tutti  gli ingredienti.

Versate la crema in una ciotola e decorate con una foglia di basilico. Servite con pane arabo caldo.

 

*= la salsa Tahin si trova in qualsiasi supermercato Biologico. Si tratta di semi di sesamo frullati

Riso venere alla crema di zucca e mandorle

Cuoci il riso venere per assorbimento, ovvero una parte di riso, due parti di acqua e una presa di sale. Appena l’acqua raggiunge il bollore, abbassa il fuoco al minimo e cuoci coperto a fuoco bassissimo per ca. 35 – 40 minuti e comunque fino a quando l’acqua non è totalmente assorbita.

Taglia la zucca a pezzettini, falla saltare con olio e sale, copri e fai cuocere fino a quando non è totalmente ammorbidita. Frullala con frullatore ad immersione.

Fai tostare le mandorle a scaglie (attenzione perché bruciano velocemente) in un pentolino antiaderente oppure in forno a 140° per 7-8 minuti.

Unisci al riso il succo del limone e servi con la crema di zucca e le mandorle tostate.

Mele ai frutti di bosco

Togliete il torso dalla mela e tagliatela a pezzetti.

In un pentolino unite il succo di mela, la mela a pezzetti e il pizzico di sale, elemento fondamentale per rendere il tutto gustoso.

Portate a bollore, coprite e cuocete a fuoco lento per ca. 5 – 6 minuti.

Aggiungete i frutti di bosco e cuocete ancora un paio di minuti circa (un poco di più se sono surgelati).

Sciogliete il Kuzu in poca acqua e versatelo nel pentolino.

Cuocete per ancora 1 minuto mescolando.

Il Kuzu formerà una deliziosa cremina e il vostro piatto sarà pronto.

 

* amido addensante, con effetti curativi per il nostro intestino e l’intero apparato digerente

Nishime di verdure

In una pentola con fondo spesso mettere l’alga Kombu, ricoprire con un dito d’acqua, aggiungere le verdure a strati, incominciando dalle cipolle, poi la zucca e poi il Daikon, tutte tagliare in pezzi grossi di 3-4 cm., portare a bollore e poi cuocere coperto a fiamma bassissima per ca. 30 minuti. Insaporire con un poco di Shoyu e cuocere per altri 1-2 minuti.

Questo piatto può essere fatto con varie combinazioni (usare almeno 2 tipi di verdure) provare anche bardana, carote, shitake, cavolo cappuccio o verza. Per il gusto è meglio evitare carote e rape o carote e Daikon

Zuppa di miso

Mettete a bagno l’alga in acqua per 8-10 minuti e poi tagliatela finemente.
Fate bollire l’acqua con le alghe e le verdure per ca. 5 minuti. Spegnete il fuoco. Nel frattempo stemperate il miso in poca acqua e poi unitelo alla zuppa a fuoco spento.

Servite a piacere con un poco di prezzemolo oppure qualche goccia di limone o un pizzico di cipollotto tagliato fine.

La zuppa di miso contiene enzimi e sali minerali. Il miso è un condimento ottenuto dalla fermentazione di soia gialla, sale, e cereali (riso, oppure orzo i più utilizzati) per un periodo che va dai 6 ai 24 mesi. L’agente fermentante è un fungo (una muffa): l’aspergillus oryzae. Più lunga è la fermentazione migliore è la qualità del miso. Il miso, ricco di fermenti vivi, favorisce la digestione, è importante per la ricostruzione della flora batterica intestinale e fondamentale per la formazione delle cellule sanguigne. Grazie alla lecitina di soia e all’acido linoleico abbassa i livelli di colesterolo e degli acidi grassi presenti nel sangue. Aggiungetelo sempre a fine cottura a fuoco spento, non deve bollire altrimenti si distruggono i fermenti e perde le sue proprietà.

Kanten alla frutta

Portate a ebollizione il succo di mela e l’agar agar, aggiungete un pizzico di sale, abbassate la fiamma e cuocete per 10 minuti mescolando bene perché l’alga si deve sciogliere (se usate il prodotto in polvere bastano 5 minuti). In ciotoline individuali disponete della frutta fresca tagliata a pezzetti e copritela versandoci il succo di mela. Lasciate raffreddare bene prima di servire.

Potete usare la frutta che desiderate: mele, pere, mirtilli, pesche ecc.

Verza al tahin

Pulire la verza, tagliarla a strisciolina e farla saltare in padella con un poco d’olio e sale a fuoco vivace.

Dopo qualche minuto, abbassare la fiamma, coprire e cuocere a fuoco lento per ca. 15 minuti. Se necessario aggiungure un poco di acqua.

Nel frattempo stemperare il Tahin con il Miso aggiungendo un poco di acqua fino ad ottenere una crema. Unire alla verza quando è cotta e far rosolare solo per mezzo minuto (onde evitare di rovinare i fermenti vivi del miso utilissimi per l’organismo).

Zucca al forno

Pulite bene la zucca esternamente prima di aprirla.
A questo punto apritela, togliete i semi e tagliatela a fette (se comprate una zucca biologica potete tranquillamente lasciare la buccia).
Su una teglia da forno adagiate le fette, cospargetele di rosmarino fresco, sale e un poco di olio.

Informate a 200° per 15-20 minuti.
Mangiate tutto, anche la buccia.

Spadellata di verdure al dente

Tagliate finemente le verdure.
Riscaldare l’olio in pentola e saltate velocemente le verdure per qualche minuto con un pizzico di sale.
Se necessario aggiungere un po’ d’acqua.
Quando sono al dente aggiungete lo Shoyu e fate cuocere ancora 1-2 minuti.

Le verdure possono variare e con loro i tempi di cottura a seconda del taglio.

Torta base di mele

Sbucciate le mele e riducetele con un frullatore a piccoli pezzi (non a purea). Mischiate bene in un’altra ciotola tutti gli ingredienti, prima i secchi e poi i liquidi (utilizzate per aiutarvi una frusta elettrica). le mele e le uvette. Versate il composto in una tortiera che avrete preventivamente oliato e infarinato.
Cuocete in forno statico per 40 minuti a 180°.

E’ possibile decorare la torta con granella di nocciole spalmando, sulla torta ancora calda, un poco di malto sciolto nell’acqua cospargendola poi di granella.

 

Riso rosso con salsa di porri e zucca

Mettete a bagno il riso rosso almeno per un’ora (oppure la mattina per la sera).
Fate cuocere il riso per ca. 40 minuti per assorbimento (peso dell’acqua doppio di quello del riso).
Nel frattempo fate saltare in una pentola con l’olio caldo il porro tagliato finemente e la zucca unendo un pizzico di sale. Aggiungete un dito di acqua e fate stufare le verdure per 15 minuti a fuoco basso e pentola coperta.
Aggiungete la salsa di soia e il succo di zenzero, quindi frullare le verdure per ottenere una crema omogenea.
Servire il riso con sopra la salsa preparata.

Orecchiette alle cime di rapa

Mondare le Cime di rapa e tagliarle a tocchetti.

Lessarle assieme alle orecchiette (ci vogliono ca. 10 minuti) e a fine cottura scolate tutto assieme.

Nel frattempo avrete rosolato l’aglio con l’olio in una padella bassa e larga e avrete aggiunto le alici fino a farle sciogliere.

Aggiungete le orecchiette, fatele saltare, aggiungete il pane grattugiato e, se gradito, ancora un giro d’olio. Servire.

Nasello al Gratin

Ungete una pirofila di olio e adagiatevi i filetti di Nasello conditi con poco sale. In una scodella amalgamate i filetti di acciuga, lo scalogno, il prezzemolo e l’olio fino a ottenere una consistenza spalmabile. Distribuite questa salsa sul pesce, cospargete con pangrattato e passare al forno a 170° per 20 minuti.

Gnocchetti di grano saraceno con sugo di piselli alla maggiorana

Tagliate a fette sottili la cipolla, fatela appassire rosolandola a fuoco lento per 10 minuti.  Aggiungete i piselli e il brodo e cuocete sempre a fuoco lento per 5 minuti.

Aggiungete latte, farina, maggiorana, panna di avena.

Fate cuocere per altri 5 minuti sempre a fuoco lento.

Con il sugo condite i gnocchetti, che nel frattempo avrete fatto lessare in acqua salata.

Vellutata piselli spezzati

Fai soffriggere la cipolla a fuoco lento con un poco di olio e di sale per ca. 10 minuti. In un’altra pentola cuoci i piselli nell’acqua leggermente salata per circa 1 ora (fino ad assorbimento). Frulla in fine tutto assieme con un mixer ad immersione. Nel caso fosse troppo densa aggiungi un poco di acqua. Questa vellutata si presta molto bene anche come sugo per condire qualsiasi tipo di pasta.

Tzatziki

Tagliate la cipolla a fette sottili, tagliuzzate finemente le foglie di menta.
Mescolate tutti gli ingredienti al vasetto di yogurt.

Questo sugo si sposa molto bene con il riso basmati integrale.

Bulgur alle carote

Tagliate le carote in due nel senso della lunghezza, poi a fettine sottili. Fatele rosolare in un tegame con un po’ d’olio, sale e timo. Coprite con acqua e lasciate cuocere per ca. 10 minuti con il coperchio. Unite il Boulgur e coprire con acqua calda ca. 500 ml (2,5 volte il peso del Boulgur) e continuare la cottura per ca. 15 minuti con il coperchio e comunque fino a quando tutta l’acqua non sarà assorbita.